La forza, la stabilità e la crescita nel settore dell'edilizia abitativa sono fatti che non vengono messi in discussione oggi.

La ripresa dell'economia colombiana è in gran parte dovuto alla ripresa di questo mercato, che è stata promossa congiuntamente dai settori pubblico e privato, attraverso incentivi per facilitare l'accesso alla casa, come ad esempio i programmi per le abitazioni di interesse sociale (VIS - Vivienda de Interés Social) e quelle di interesse prioritario (VIP - Vivienda de Interés Prioritario).

Uno studio condotto da BBVA ha dato risultati molto positivi per quanto riguarda il futuro del mercato immobiliare colombiano:

  • L'industria avrà una crescita annua del 3,8% nel corso dei prossimi quattro anni, tra il 2013 e il 2016
  • Ad un tasso moderato di crescita, le vendite di case rimarranno a livelli elevati.

Aggiunto a questo, DANE, l'Istituto Nazionale delle statistiche, ha fornito dati che indicano che il 48% delle famiglie possiede proprie case, il 32% vive in affitto, il 17%, in usufrutto e 5% sta ancora pagando la casa. Questo indica che esiste un gran numero di potenziali consumatori in questo mercato. Circa il 50% sarebbe disposto ad acquistare abitazioni.

Gioca un ruolo importante anche la sovvenzione dei tassi di interesse per i prestiti ipotecari, che ha favorito l'acquisto di beni immobili. Sono stati concessi 51.636 crediti per abitazioni VIS e VIP dal Consiglio di Politica Fiscale, come indicato dal ministro, Mauricio Cardenas. Le prospettive per gli investimenti nel settore immobiliare sono fiorenti, redditizie e con ottimi benefici. Secondo stime del Governo i dati 2012 mostrano che il deficit abitativo quantitativo pari a 554.087 unità.

Tagged Under

Chi è on-line

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

Facebook banner